MOLTENI AL SALONE DEL MOBILE 2022 MILANO

Quella del 2022 non è stata un’edizione qualunque per il Salone del Mobile di Milano: l’evento che tradizionalmente riunisce le eccellenze del design italiano e internazionale ha infatti celebrato il suo 60esimo anniversario, un’occasione che Molteni, azienda nata nel 1948 e ormai tra i punti fermi della manifestazione milanese, ha voluto sfruttare al meglio per illustrare le ultime novità ai visitatori, tornati finalmente a riempire i padiglioni del polo di Rho Fiera Milano dopo i tanti mesi caratterizzati da restrizioni Covid.

 

CONCEPT E FUTURO SPIEGATO IN POCHI MQ

Costringendoci per lungo tempo, molto più di quanto voluto, all’interno delle mura domestiche, la pandemia ha obbligatoriamente innescato un ragionamento sul livello della qualità dell’ambiente in cui si vive.

Come sempre sensibile al cambiamento, che spesso viene anche anticipato, Molteni ha colto l’occasione data dalla 60esima edizione del Salone del Mobile di Milano per proporre il progetto narrativo Molteni&C|Dada 2022, diretto dal designer e storico collaboratore Vincent Van Duysen, che promuove un nuovo concetto abitativo, del quale proprio la qualità degli ambienti e la possibilità di vivere la casa in ogni suo spazio rappresentano i cardini imprescindibili.

All’interno di questo contesto, la luce diventa un elemento fondamentale e allo stesso tempo parte del design dell’ambiente domestico, grazie a partizioni leggere, linee e forme che contribuiscono a creare spazi dinamici e fluidi, favorendo così l’esplorazione da parte dell’essere umano, che viene invitato anche a riscoprire il contatto con la natura attraverso grandi aperture verso verande e terrazze.

In questo modo Vincent Van Duysen è riuscito a disegnare una casa accogliente e calda, che accenna soltanto al movimento modernista e punta soprattutto sulla possibilità di godere di ambienti conviviali e ben collegati tra loro, che rinunciano all’idea di sfarzo fine a sé stesso, che lascia spazio ad un nuovo concetto di benessere abitativo da vivere fino in fondo.

Queste sensazioni vengono supportate anche dalla scelta delle finiture in legni come il rovere naturale e l’eucalipto, che attraverso le loro venature a vista o alla spazzolatura a mano risultano sensuali al tatto, così da accentuare ulteriormente il concetto di comfort. Gli arredi e i sistemi componibili sono inoltre fusi con l’architettura stessa, instaurando un dialogo tra le diverse componenti che richiama la dinamicità, il benessere olistico e la giocosità organica che VVD ha messo al centro di questo progetto.

Parallelamente, tra le novità presentate da Molteni durante l’evento milanese spiccano anche Living Box, che si presenta come una madia sviluppata a partire da un vero e proprio progetto architettonico poi adattato all’ambiente domestico, o a Cleo, un sistema di divani componibili ideato sempre da Van Duysen che, a seconda dei gusti, permette di giocare con gli svariati rivestimenti disponibili per la scocca e i cuscini al fine di ottenere una soluzione di contrasto o più armoniosa.

 

MOLTENI APRE A PARIGI IL NUOVO FLAGSHIP STORE

La rive gauche della Senna, e più precisamente la Rue de Saints Pères, sono il luogo scelto dal gruppo Molteni per inaugurare il nuovo flagship store di Parigi Molteni&C|Dada, all’interno del quale scoprire le collezioni più esclusive delle due aziende.

Art director del progetto è stato ancora una volta Vincent Van Duysen, che ha curato la realizzazione di uno spazio di 550 mq che secondo lo stesso architetto e designer “coniuga lo spirito della Ville Lumière con lo stile sofisticato ma sobrio di Molteni”.

I due livelli espositivi dell’edificio, connessi tra loro da un’elegante scala in travertino e finiture in ottone, sono caratterizzati da grigi caldi, portali alti in ottone e soffitti in rovere fumé, che definiscono uno stile sobrio ma complesso, che va di pari passo con quello di Molteni&C.